Strip

Così come è diventato di moda, il cantante va fuori moda. All’improvviso, Duran Duran, Spandau Ballet e Depeche Mode dominano la scena, e Adam, nonostante lo spogliarello per la copertina e una collaborazione con Phil Collins, sembra un residuo degli anni ’70. I fan sostengono le vendite dell’album, ma il n.1 in classifica rimane lontano.

Prince Charming

La formula mostra un po’ la corda e i critici cannoneggiano, ma il pubblico gradisce ancora: grazie anche al lavoro di Chris Hughes (sul punto di diventare eminenza grigia dei Tears for Fears) arrivano altri due n.1, Stand And Deliver e Prince Charming, e Adam è una delle prime star della videomusica anni ’80, grazie al look new romantic che intriga. Il leader però comincia a sviluppare un ego grande come una cattedrale (vedi la fastidiosa Ant Rap). Tant’è che liquida la band e si mette in proprio — non senza il fido Pirroni.

Wonderful

Dopo un album abortito (Persuasion), in pieno boom del brit-pop appare un singolo struggente e carezzevole che sembra firmato da una delle tante meteore dell’epoca, ed è invece l’ultimo ruggito del vecchio pirata. Si chiama Wonderful, e dà il nome anche al poco convincente album che rimane l’ultimo sforzo discografico del cantante (e dell’inseparabile Pirroni), successivamente sprofondato in una serie di problemi personali: allo sbando dal punto di vista psichico, viene arrestato e poi ricoverato in un ospedale psichiatrico dopo una serie di aggressioni e per aver tirato sassi nella finestra di un vicino di casa.

Wonderful

Dopo un album abortito (Persuasion), in pieno boom del brit-pop appare un singolo struggente e carezzevole che sembra firmato da una delle tante meteore dell’epoca, ed è invece l’ultimo ruggito del vecchio pirata. Si chiama Wonderful, e dà il nome anche al poco convincente album che rimane l’ultimo sforzo discografico del cantante (e dell’in”separabile Pirroni), successivamente sprofondato in una serie di problemi personali: allo sbando dal punto di vista psichico, viene arrestato e poi ricoverato in un ospedale psichiatrico dopo una serie di aggressioni e per aver tirato sassi nella finestra di un vicino di casa.

Adam & The Ants/Adam Ant

Non Disponibile

Nato a Londra nel 1954, Stuart Leslie Goddard forma gli Ants con una serie di musicisti destinata a ruotare vorticosamente attorno a lui. Dal punk iniziale si spostano verso una musica molto ritmata, dalle tinte fosche e sadomaso, con Adam incline a guidare la band nei territori del glam rock.

Malcolm McLaren, assoldato per portare la band al successo, decide in primo luogo di puntare sul look misto tra pirati e pellerossa, e in seguito di tenersi il gruppo (ribattezzato Bow Wow Wow) buttando via Adam ("È troppo vecchio e non sa ballare"). Questi, sconcertato ma non domo, forma i nuovi Ants con Kevin Mooney (basso), Terry Lee Miall e Chris "Merrick" Hughes (due batteristi) e soprattutto Marco Pirroni (chitarra). Ne deriva un’alchimia accattivante, la cosiddetta Antmusic, con brani che rimbalzano tra la chitarra di Pirroni e il martellante drumming tribale dei due batteristi.