Babilonia e poesia

Gli Africa United diventano Africa Unite e l’italiano diventa la loro lingua, permettendo anche a chi non ha confidenza con l’inglese di comprendere appieno i loro testi, tutt’altro che banali. Hip hop, jazz e tanta melodia si accostano al reggae e danno vita a brani che diventeranno classici della band come Salmodia e Nella mia città.