Mentre fuori piove

Nonostante la lunghissima carriera alle spalle, Bunna e Madasky non mostrano segni di stanchezza e infilano l’ennesimo album senza cadute di tono. La serrata title-track, presente anche in una suggestiva rilettura degli Architorti, è il brano migliore di un disco che, come i suoi predecessori, aggiunge mille ingredienti alla ricetta base del reggae. In mezzo ai brani autografi, il toccante omaggio acustico al Marvin Gaye di What’s Going On.

Vibra

Un’incisiva presa di posizione contro la pena di morte (Sotto pressione), alcuni dei più bei lovers mai interpretati dallo specialista Bunna, una spassosa versione di Baby Jane (già grande successo di Rod Stewart) e la sempreverde Politics riletta dagli archi degli Architorti. Sicuramente il miglior album della band dai tempi di Babilonia e poesia.

Africa Unite

Non Disponibile

Pinerolo e Kingston distano anni luce, e non solo in senso geografico. Eppure gli Africa Unite, la più longeva reggae band italiana, riprendendo in maniera onesta la lezione del maestro Bob Marley e dandosi il nome proprio a seguito di un pezzo del maestro, dimostra che anche in Italia si può suonare in levare.

Undici album in studio e due raccolte live, oltre che la presenza live sui palchi di Arezzo Wave, Rototom Sunsplash, il Festival di Babilonia ed esibizioni in Giamaica, Francia, Olanda e regno Unito, ne fanno la realtà reggae e dub più rilevante del panorama nostrano.

 

People Pie

Il gruppo piemontese prosegue la sua marcia d’avvicinamento agli standard qualitativi del reggae giamaicano con un album in cui fiati e qualche timido esperimento hip hop contribuiscono ad arricchire un suono mai così originale. Tra una dedica al Leoncavallo (Lionhorse Posse) e un inno del reggae italiano (Politics), si fa notare il contributo del chitarrista Max Casacci, futuro fondatore dei Subsonica. Anche quest’album, così come i due successivi, è stato ristampato su etichetta V2.

Un’altra ora

Un album e un dvd registrati dal vivo per documentare il tour seguito alla pubblicazione di Mentre fuori piove. Oltre due ore e mezza di musica con tredici brani sul CD, cui si aggiungono registrazioni video di concerti tenuti a Milano e Trieste, piccoli spezzoni di esibizioni molto particolari (dalla Giamaica alla Palestina, dall’Iraq all’Olanda) e qualche momento divertente ripreso dietro le quinte. Da segnalare la Nero su nero in cui a Bunna e compagni si uniscono le viole, i violini e i violoncelli degli Architorti.

20

Venti come gli anni trascorsi dalla scomparsa di Bob Marley. Ma anche dalla fondazione del gruppo reggae italiano per eccellenza. Una ricorrenza che gli Africa Unite festeggiano con un album interamente composto di cover del loro maestro. Dal classico reggae di Redemption Song al drum’n’bass di War, un’operazione condotta con un evidentissimo amore per gli originali e sfociata in un risultato di assoluta qualità.

Llaka

Tra un richiamo alla Londra multirazziale e un inno a Nelson Mandela, gli Africa United (la "d" finale cadrà nel 1993) proseguono la loro ricerca di una via italiana al reggae con risultati tutt’altro che disprezzabili. Il mini album è oggi reperibile assieme al suo predecessore su Llaka Mjekrari (V2, 2001), ristampa su un unico CD delle prime due prove discografiche della band.

20

Venti come gli anni trascorsi dalla scomparsa di Bob Marley. Ma anche dalla fondazione del gruppo reggae italiano per eccellenza. Una ricorrenza che gli Africa Unite festeggiano con un album interamente composto di cover del loro maestro. Dal classico reggae di Redemption Song al drum’n’bass di War, un’operazione condotta con un evidentissimo amore per gli originali e sfociata in un risultato di assoluta qualità.