Turn! Turn! Turn!

Bello ma inferiore, per impatto, omogeneità, sorpresa, il secondo album aiuta a consolidare le posizioni e a diffondere il caratteristico suono jingle jangle della chitarra Rickenbacker, marchio stilistico dei Byrds.

Il pezzo forte è la ballata Turn Turn Turn, da un’originale melodia di Pete Seeger su testo dal Libro dell’Ecclesiaste. Il resto si mantiene in uniforme equilibrio tra originali (Set You Free This Time), cover (altre due di Dylan) e traditionals (He Was A Friend Of Mine).