Figli delle stelle

Con un sound incredibilmente leggero e americano, Sorrenti sfonda grazie alla title-track, uno dei brani più disprezzati dalla critica italiana, ma a tutti gli effetti una gemma: l’unico brano di disco-music italiana degno di stare alla pari della produzione di Chic e Donna Summer. Il resto del disco purtroppo è contorno, pericolosamente vacuo, una ricerca della leggerezza (Donna luna) con pochi guizzi di livello.

Sorrenti Alan

Non Disponibile

Cantautore italiano nato a Napoli il 9 dicembre 1950.

Artista dalla carriera controversa e non povera di svolte, si affaccia nel panorama musicale italiano agli albori degli anni Settanta, con un rock sperimentale e progressivo decisamente marcato dall’influenza oltreoceano di Tim Buckley.

Esordisce nel 1972 con l’album Aria, raggiungendo tuttavia la celebrità definitiva solo in occasione della svolta musicale dance: ad essa si deve il suo successo più noto, Figli delle stelle, risalente al 1977.

Vincitore del Festivalbar e classificatosi sesto all’Eurofestival del 1980, Alan Sorrenti è tuttora in attività con un totale di tredici album e collaborazioni d’eccezione alle spalle.