Singles 93-03

Che raccolta! Non servono commenti, bastano i titoli dei singoli inseriti per capire che questa non è semplicemente la raccolta dei migliori singoli dei Chemical Brothers ma è, a tutti gli effetti, la raccolta della migliore dance elettronica dell’ultimo decennio!

Eccoli allora: Chemical Beats, Setting Sun, Block Rockin’ Beats, Hey Boy, Hey Girl, Star Guitar, The Test. E in più due inediti: Get Yourself High e The Golden Path.

Surrender

Hey Boy, Hey Girl: basterebbe questo brano da solo per dare a Surrender la palma di miglior album electro-dance degli anni ’90! Senza dubbio alcuno questo CD è il miglior lavoro dei Chems, con all’interno altre perle come Music: Response e Dream On.

Rispetto al passato continuano a offrire spunti creativi innovativi e in più mostrano una grande maturità produttiva che dà alle undici tracce di Surrender una completezza, una compattezza e una rotondità sonora difficilmente riscontrabili in altri dischi dance ed elettronici.

Come With Us

Tom Rowlands e Ed Simon fanno di nuovo tutto in maniera perfetta: intanto lanciano il primo singolo con un anno di anticipo su white label (il tribale It Began In Afrika riempirà così i dance-floor di mezzo mondo per 20 mesi filati!), poi si pregiano delle collaborazioni dell’ex Verve Richard Ashcroft (The Test) e di Beth Orton (The State We’re In), infine inseriscono nel disco un’eccezionale traccia di techno soft ed elegante (Star Guitar).

Come With Us, titolo dell’album e del pezzo che lo apre, è così un invito forte: "Seguiteci!". Il prosieguo farebbe più o meno così: "…se volete ascoltare e ballare la migliore dance elettronica dei prossimi dieci anni".

Dig Your Own Hole

I bagliori dell’alba sono dietro le spalle, la strada dei Chemical Brothers ora è illuminata da un sole alto in cielo: è quello che hanno "acceso" loro stessi, capaci di trasformare in musica i concetti di club culture e dj culture.

Qui poi spaziano tra rock, hip-hop, techno e hardcore con estrema disinvoltura. E aggiungono anche la melodia con un omaggio ai Beatles condito dalla voce di Noel Gallagher (Setting Sun).

Exit Planet Dust

Il duo di Manchester nasce qui e con Exit Planet Dust fa sorgere l’alba della nuova dance elettronica: c’è l’energia del rock, c’è la sperimentazione della techno, c’è quel nuovissimo beat che, nonostante sia incessante, non è frastuono ma musica con la M maiuscola.

In quest’album nascono le idee (che già si concretizzano nel superlativo Chemical Beats), in quelli successivi diventano realtà.