The Science Of Things

Il disco sconta anche il disaccordo con i produttori, Clive Langer e Alan Winstanley, gli stessi di Sixteen Stone. Alla fine il gruppo fa a modo suo con l’ingegnere del suono Tom Elmhirst. I Bush variano la loro formula con aggiunte elettroniche, come quelle del singolo apripista Chemical Between Us. Warm Machine è invece una ballata potente, più simile ai pezzi dell’esordio.

Il tutto non suona male, ma è senz’anima.

Razorblade Suitcase

A chi maliziosamente insinua che i Bush abbiano voluto Steve Albini in consolle perché ha prodotto In Utero dei Nirvana, Rossdale risponde citando Surfer Rosa dei Pixies. Persino il grafico, Vaughan Oliver, è lo stesso che firmava le copertine dei Pixies.

L’album scala ancora le charts statunitensi, e c’era da aspettarselo, poiché Swallowed è un notevole martello a base di rock crudo e distorto, melodia e romanticismo esasperato (e disperato); l’unico davvero avvincente in un bigino grunge piatto e derivativo.

Bush

Non Disponibile

I Bush sono inglesi ma il loro suono è americano. Osteggiati in patria, è negli Stati Uniti che hanno successo. Il motivo: la voce Gavin Rossdale è un incrocio tra Kurt Cobain e Eddie Vedder, e il gruppo duplica in modo epidermico il suono di Nirvana e Pearl Jam. 

Formatisi a Londra nel 1992, i Bush rimangono in attività per dieci anni continuativi per poi sciogliersi temporaneamente e tornare sulle scene nel 2011 con l’album Everything Always Now.

Golden State

I Bush e la nuova casa discografica devono ritardare l’uscita: in copertina c’era un aereo, un’immagine divenuta improponibile dopo l’11 settembre. Sul disco uscito nei negozi c’è alla fine solo un logo del gruppo e il titolo su uno sfondo monocolore.

L’album abiura le sperimentazioni del terzo lavoro e ritorna all’hard rock che ha fatto la fortuna del gruppo, anche se è prevedibile e non ottiene gli stessi risultati commerciali.