Air

Non Disponibile

Duo elettronico francese proveniente da Versailles, formato da Nicolas Godin e Jean-Benoit Dunckel. Il loro nome, Air, deriva dall’acronimo di Amour, Imagination, Rene (Amore, Immaginazione, Sogno).

Il loro Ep di debutto, Premiers Symptomes, è stato seguito dall’acclamatissimo album Moon Safari, dalla colonna sonora del film – per la regia di di Sofia Coppola – Il giardino delle vergini suicide, e dagli album successivi 10000 Hz Legend, Everybody Hertz, Talkie Walkie, Pocket Simphony e Love 2.


Moon Safari

Il primo album di Nicolas Goldin e Jean-Benot Dunckel rappresenta una rivoluzione nel pop elettronico internazionale: dalla Francia Moon Safari diventa manifesto di una nuova scena elettronica, capace di conquistare le seconde sale dei club e al tempo stesso in grado di essere apprezzata anche da chi non frequenta la night-life. Sintetizzatori e piano insieme, voce processata e vocalizzi soul: è la nuova dance degli Air che mischiano l’elettronica al pop, tra downtempo, trip-hop ed esperimenti musicali innovativi. Sexy Boy è il brano che, per originalità, meglio rappresenta l’intero album.

City Reading — Tre Storie Western

Alessandro Baricco, noto scrittore italiano, prende pezzi di un suo romanzo e scritti inediti e li legge su musiche originali composte dagli Air: non c’è da aspettarsi nessuna canzone, ma un semplice reading suddiviso in 19 tracce. Gli Air potevano senz’altro far a meno di prestare la loro genialità (che qui tanto non si vede) alla voglia di musica-non musica di uno scrittore.

The Virgin Suicides

Dopo un secondo album poco considerato (Premiers Symptomes era un insieme di brani nuovi misti a pezzi antecedenti Moon Safari), un sound-track originale per il film che segna il debutto alla regia di Sophia Coppola (figlia di Francis). Tredici i brani, solo uno quello cantato (Playground Love): musica elettronica dal mood meditativo, tracce dense di suoni che dimenticano l’impostazione pop dei pezzi di Moon Safari e si fanno notare più come pura opera stilistica-compositiva che come canzoni.

Everybody Hertz

Nove remix (tra cui quelli di Mr. Oizo, Thomas Bangalter e Daft Punk), una traccia inedita (The Way You Look Tonight) e una traccia video registrata live. È un mix tra raccolta e album inedito: più che altro sembra servire agli Air per riabbracciare il pubblico dance perso con 10.000 Hz Legend.

10.000 Hz Legend

Più pop e meno elettronico, più vintage (’60/’70) ma ugualmente innovativo: il nuovo lavoro degli Air stupisce per diversità rispetto al passato (anche se in The Virgin Suicides già si respirava quest’aria di novità). C’è la hit alternativa How Does It Make You Feel, c’è soprattutto una diffusa atmosfera malinconica e dark che può far considerare gli Air "cugini francesi" dei Radiohead.