Animalisms

Pubblicato al principio del 1966, è l’album che segna l’approdo alla Decca e lo scioglimento del gruppo. Una curiosità riguarda la copertina: nella foto della band compare Barry Jenkins, sostituto di John Steel, ma in realtà è quest’ultimo a suonare nel disco.

Sempre nel 1966 viene pubblicato l’ultimo singolo dei vecchi Animals, Don’t Bring Me Down, un altro classico della band. Burdon si trasferisce in California, dove fonda i New Animals. Chas Chandler mette su un’agenzia di management con Mike Jeffries (e per un breve periodo con John Steel) e si occupa della produzione della sua "scoperta" più sensazionale, un giovane chitarrista nero chiamato Jimi Hendrix.

Hilton Valentine rientra in un primo momento nei piani di Burdon, poi suona in un effimero "supergruppo" con l’ex Yardbirds Samwell-Smith, produce l’ex Wild Cats Keith Sheilds e alla fine realizza un album da solo, All In Your Head (Capitol, 1969).