At Crooked Lake

Talbot e Molina restano i punti fermi dei Crazy e cambiano di nuovo formazione, questa volta con i fratelli Rick (voce, chitarre) e Michael Curtis (voce, tastiere, chitarre) e il superstite Greg Leroy (voce, chitarra solista). Da segnalare la presenza in due canzoni di Sneaky Pete Kleinow, il celebre steel guitarist dei Flying Burrito Brothers, e il cameo dell’ex Rockets Bobby Notkoff.

Il suono è più elettrico che in Loose, c’è molta energia, ma i guizzi di creatività sono pochi e i Crazy Horse non sembrano neppure più gli stessi.