Left For Dead

Ristampato quasi subito dalla Sisapa/Curb con una copertina diversa e un pezzo on più (I Could Never Lose Your Love), ripropone l’ennesimo giro di valzer nella formazione, architettato come sempre da Talbot e Molina: entrano il cantautore Sonny Mone (voce, chitarra) e l’ex chitarra solista dei Rain Parade, Matt Piucci.

"Younghiano" in modo quasi plateale, Sonny Mone trascina la band in un album ancora più pesante, tagliente ed elettrico di Crazy Moon, impreziosito dalla bella solista di Piucci (che fra l’altro firma con Billy Talbot l’acustica e commovente You And I). Ed è un’altra parentesi isolata nella non sempre facile collaborazione tra Neil Young e i suoi amici più fedeli, documentata con grande acutezza psicologica da Jim Jarmush nel documentario Year Of The Horse.