Aerosol Grey Machine

Nato come disco solista di Peter Hammill (Londra, 1948), diviene il primo disco di una band scioltasi pochi mesi prima dopo una manciata di concerti (uno come supporters di Hendrix) e risorta quando il cantante (e chitarrista e tastierista) chiama in studio, ad uno ad uno, Guy Evans (batteria), Hugh Banton (tastiere e chitarre), e Keith Ellis (basso). Prodotto da John Anthony, con loro fino al 1975, annovera brani sfilacciati, non abbastanza consistenti, ma il suono ha l’audacia “cosmica” degli episodi successivi, e i testi riflettono l’oscura, affascinante vena poetica del leader, l’autonominato “Jimi Hendrix della voce”. La versione su CD della Repertoire (1997) aggiunge i due brani del primo singolo della Polydor del 1968. Quella successiva della Fie! (1998) invece aggiunge due inediti, uno dei quali incluso solo nella tiratura del disco e poi sostituito.