Whammy!

Un po’ più di leggerezza ma anche un po’ più di elettronica: il sound anni ’50 è accantonato in favore di un sound in grado di rivaleggiare coi sintetizzatori della "British invasion" che domina le charts Usa nei primi anni ’80. Song For A Future Generation riapre la porta ai dialoghi deliranti tra i tre vocalist che avevano sconcertato e deliziato gli ascoltatori all’esordio.