Love Bites

Baciati da una creatività apparentemente straripante, Shelley e compagni pubblicano un nuovo album a soli sei mesi di distanza dal precedente.

Pur di qualità più che accettabile, gli episodi che lo compongono non raggiungono però il livello delle precedenti prove del gruppo, fatta eccezione per la memorabile Ever Fallen In Love?, 2 minuti e 39 di chitarre e cori semplicemente perfetti che i Fine Young Cannibals riprenderanno portandoli al successo.

Singles Going Steady

Raccolta antologica contenente i primi otto singoli pubblicati dal gruppo per la United Artists con le relative b-side. Orgasm Addict, pubblicata nel novembre del 1977 e cofirmata da Shelley e Devoto, What Do I Get?, la già citata Ever Fallen In Love? e Harmony In My Head sono tra le migliori canzoni dell’intera carriera dei Buzzcocks e fanno di quest’album un ottimo primo passo per avvicinarsi all’opera della band.

Another Music In A Different Kitchen

Meno melodico del suo predecessore, il primo vero e proprio album dei Buzzcocks è uno dei migliori fra le decine di dischi partoriti dalla fiorente scena britannica nel biennio 1977-1978, grazie a una produzione molto più curata rispetto agli standard dell’epoca e all’impatto di brani come Fast Cars, You Tear Me Up e I Don’t Mind.