The Will To Live

Registrato in trio, con gli Innocent Criminals (Juan Nelson, Dean Butterworth), e anche un quartetto d’archi in un brano, è il disco che manda Harper allo scoperto e lo trasforma in una superstar delle nuove generazioni. Rock, psichedelia, gospel, reggae, funk sono ancora una volta mescolati con mano ferma e grande sicurezza interpretativa.