Up In It

La casa discografica di Seattle porta il quartetto alla propria base e lo fa assistere da Jack Endino, grande produttore del primo grunge. La parziale diversità da quella scena è in ogni caso garantita dall’incrocio di hard, garage e punk con funk e r&b.

Retarded, Hey Cuz e I Know Your Little Secret hanno una eclettica forza d’urto e traboccano di adrenalina e passione.

Congregation

Un flusso travolgente di rock moderno, soul e gospel profano il cui ritmo drammatico ha affinità con il musical (The Temple è una cover da Jesus Christ Superstar) e il cinema. Per gli "afgani" è la prima grande prova di una scrittura unica, ai cui estremi stanno la burrascosa Turn On The Water (piano elettrico contro chitarra in wah wah) e il lento tipo Let Me Lie To You.

Dello stesso anno è Uptown Avondale (Sub Pop, 1992), mini con quattro cover di classici soul (Diana Ross & The Supremes, Al Green, Freda Payne e Percy Sledge) tra le tante incise dai quattro (altre sono sparse tra singoli e colonne sonore).