Jammin’ With Edward

Nonostante la straordinaria popolarità acquisita con i Rolling Stones, Mick Jagger non abusa del suo ruolo di superstar e soprattutto pare non avere grandi ambizioni solistiche. Per oltre vent’anni dall’esordio in scena, gli unici dischi che portano il suo nome sono due dimenticate colonne sonore (in cui firma alcuni brani ma ha ruoli da protagonista nei relativi film), e un disco leggendario ma non troppo riuscito: una jam di studio dei tempi di Let It Bleed che lo vede al fianco di Ry Cooder, Nicky Hopkins e i due compagni Wyman e Watts. 

 

Jagger Mick

Al di là delle colonne sonore di due film che lo vedevano protagonista come attore – Ned Kelly (in italiano I fratelly Kelly) di Tony Richardson e il controverso Performance (Sadismo) di Donald Cammell – e di una jam session in studio insieme a musicisti del giro dei Rolling Stones, una carriera parallela di Mick Jagger ha preso piede solamente negli anni ’80, creando anche qualche attrito in seno alla band (in particolare con Keith Richards). La sua produzione solista strizza l’occhio al pop e ai suoni più alla moda, tra duetti e collaborazioni con ospiti di prestigio.