Rio

Una Bibbia degli anni ’80: la seducente copertina di Fred Nagel, il suono scintillante e ricercato, la danzabilità con pennellate rock di Hungry Like The Wolf, il lussurioso video di Rio, la sensualità decadente di The Chauffeur e Save A Prayer ("Qualcuno potrebbe chiamarla una sveltina, ma io e te potremmo chiamarlo paradiso"), la foto interna che ritrae 5 dandy dei nostri tempi.

Il fenomeno Duran Duran esplode in tutto il mondo, ma questo disco è difficile da picconare: nove brani che potrebbero tutti essere singoli (e diventano video). I detrattori avranno pane per i loro denti in seguito.