MTV Unplugged

Le regole spartane della performance "senza spina" impongono ad Alanis disciplina e sobrietà, assai benvenute dopo la piccola sbornia del disco precedente. Gli arrangiamenti stringati e le chitarre acustiche mettono in risalto l’intensità dell’interprete, qui assai più quieta che in passato: nel repertorio tre inediti e una sentita cover di King Of Pain dei Police.