Evolve

Ani porta in sala di incisione l’ensemble allargato dell’ultimo tour per uno degli album più ritmati della sua produzione. La penna, forse appesantita dall’iperattivismo, ha qualche battuta a vuoto (Serpentine è prolissa), ma l’infatuazione "black" dell’ultimo periodo porta altri frutti saporiti: il bebop di O My My, le armonizzazioni vocali di Slide, i bei fraseggi chitarristici di Phase e la fusion discreta di In The Way.