Diamonds On The Inside

Un lavoro dai toni ancor più mistici, un disco di moderni spiritual che riesce però a mantenere quel taglio policromo e appassionante presente in tutti i dischi dell’artista. Qui ci sono altre belle canzoni, reggae (With My Own Two Hands), blues, ballate (Diamonds On The Inside), afromusic (Picture Of Jesus), gospel (Amen Omen), rock più duro, quasi zeppeliniano (So High, So Low), anche una fisarmonica con archi (When She Believes) e un paio di deboli momenti funky. È però il lavoro meno coinvolgente, e pecca forse di troppa varietà.