Coldplay

Non Disponibile

Alternative rock band inglese formatasi nel 1996 dall’incontro tra il cantante Chris Martin e il chitarrista Jonny Buckland presso lo University College London, i Coldplay – dopo un esordio da maestri con l’alcum Parachutes, che ha istigato confronti con gruppi del calibro di Radiohead e U2 – vantano ad oggi oltre 50 milioni di dischi venduti in tutto il mondo e la collaborazione di Brian Eno in veste di produttore.

Parachutes

Muri di chitarre, testi introspettivi e melodrammatici e una voce adatta a interpretarli. In apparenza Chris Martin e i suoi compagni assomigliano a mille altre band. Eppure, grazie a quest’album, diventano delle superstar, prima in patria e poi nel resto del mondo.

Yellow è uno dei primi grandi singoli del nuovo millennio e anche il resto della scaletta è composto da buone canzoni ma il rock inglese ha prodotto e produrrà dischi di ben altro spessore.

A Rush Of Blood To The Head

L’album con il quale i Coldplay diventano una delle band più amate del pianeta. Strati di suono che ricoprono canzoni di buona fattura come il singolo In My Place e God Put A Smile On Your Face. Ci mette lo zampino anche Ian McCulloch, cantante degli Echo & The Bunnymen e idolo giovanile dei quattro.

Ma come farà il fidanzato di Gwyneth Paltrow a scrivere canzoni così malinconiche?

Live 2003

Dvd registrato dal vivo nel luglio 2003 all’Horden Pavillon di Sidney e contenente anche immagini girate dietro le quinte durante il tour seguito alla pubblicazione di A Rush Of Blood To The Head. Al supporto video si aggiunge un CD con dodici brani tratti dallo stesso concerto, tutti piuttosto fedeli agli originali.

Fra essi l’inedita Moses, canzone tenuta a lungo nel cassetto dalla band.