Arisa

ARISA, LE ORIGINI E GLI ESORDI

Arisa è l’acronimo dei nomi dei componenti del nucleo famigliare di Rosalba Pippa. La A deriva dal nome del padre Antonio, la R dal suo stesso nome, la I e la S dai nomi delle sorelle Isabella e Sabrina, la A finale dal nome della madre Assunta.

Rosalba nasce a Genova il 20 agosto 1982 e cresce a Pignola, paese d’origini della famiglia a pochi chilometri da Potenza. Le sue prime influenze musicali sono Mariah Carey e Céline Dion, ripetendo le loro canzoni impara ad usare il diaframma e gli automatismi per l’emissione del fiato. Arisa nasce come cantante autodidatta. Diplomata al liceo pedagogico, svolge diversi lavori come cameriera, cantante da piano bar, baby sitter, parrucchiera, donna delle pulizie ed estetista fino a poche settimane prima del suo esordio a Sanremo. I suoi primi concerti sono nel ristorante dove lavorava il fidanzato Tano. Ma i suoi primi passi nel mondo della musica risalgono al 1998, al concorso “Pino d’Oro” di Pignola organizzato dall’Associazione Culturale “Il focolare”, dove sarà vincitrice. L’anno seguente vince a Taggiano (SA) il Premio Cantacavallo.

Nel 2007 vince una borsa di studio come interprete presso il centro Europeo Toscolano (CET)  di Mogol. Nel 2008 Arisa partecipa e vince a SanremoLab, che le permetterà nel 2009 di raggiungere il successo partecipando al 59° Festival di Sanremo con la canzone Sincerità, che vince la categoria Nuove Proposte. Oltre al Premio della Critica Mia Martini. Contemporaneamente esce il suo album d’esordio, anch’esso intitolato Sincerità, sotto l’etichetta Warner Music Italy. Nel giugno dello stesso anno partecipa ai Wind Music Awards e ad Amiche per l’Abruzzo.

CANTANTE, SCRITTRICE, ATTRICE, DOPPIATRICE

Nel 2010 torna al Festival nella categoria Artisti con la canzone Malamorenò, che accompagna l’uscita dell’omonimo album.  Nello stesso anno la cantante entra a far parte del cast di Victor Victoria- Niente è come sembra. Nel 2011 Arisa diventa giudice del talent show X Factor e fa il suo debutto al cinema nel film Tutta colpa della musica. Nel 2011 realizza il brano L’amor sei tu, in collaborazione con Naif Hèrin, come colonna sonora del film La peggior settimana della mia vita, in cui ha anche una parte come attrice. Nel dicembre 201 esce l’EP Arisa per Natale. Nel 2012 è ancora sul palco dell’Ariston, con il brano La notte che arriva al secondo posto. Esce il terzo album Amami.

Sempre nel 2012 pubblica il suo primo libro Il paradiso non è un granché (storia di un motivato orecchiabile) e viene riconfermata come giudice di X Factor. Ad ottobre esce il singolo Meraviglioso amore mio che diventa poi colonna sonora del film Pazza di me. È anche l’anno del suo debutto al cinema come doppiatrice nella pellicola di animazione Un mostro a Parigi. Recita nel film Colpi di fulmine di Neri Parenti. Nel 2013 è ancora interprete per il film d’animazione Cattivissimo me 2, esce anche il suo secondo libro Tu eri tutto per me

Nel 2014 la cantante partecipa al 64° edizione del Festival di Sanremo e vince con il brano Controvento. Nello stesso anno esce il suo quarto album, Se vedo te. La voce di Arisa anima uno dei personaggi del film di animazione Barry, Gloria e i Disco Worms. Nel 2014 collabora con i Club Dogo al brano Fragili. Nel 2015 è una delle co-conduttrici del Festival all’Ariston. A marzo dello stesso anno realizza la colonna sonora del film Cenerentola. Nel novembre 2015 Arisa partecipa al reality show Monte Bianco – Sfida verticale. Nel febbraio 2016 è di nuovo una partecipante del Festival di Sanremo con il brano  Guardando il cielo, che anticipa l’uscita del suo quinto album, dal medesimo titolo. È un anno ricco di collaborazioni, tra cui Ron e Tricarico.

Nel maggio 2016 è ancora giudice per la decima edizione di X Factor. Nel gennaio 2017 Arisa lascia l’etichetta Warner Music Italy. Nello stesso periodo collabora all’album di J-Ax e Fedez, Comunisti col Rolex. Nel marzo 2017 pubblica la canzone Ho perso l’amore che diventa colonna sonora del film La verità, vi spiego, sull’amore. Nel 2017 esce il singolo L’esercito del selfie, in collaborazione con Lorenzo Fragola. Nell’ottobre 2017 la cantante passa sotto la Sugar Music e pubblica il brano Ho cambiato i piani, che diventa la colonna sonora del film Nove lune e mezza. Nello stesso periodo lavora anche alle musiche del film Malarazza, cantando per la prima volta in portoghese. Nel novembre 2017 realizza il brano Vasame per il film Napoli Velata. Nello stesso anno è di nuovo voce di Cattissimo Me 3.

Il 9 febbraio 2018 Arisa è ospite del 68° Festival di Sanremo per affiancare Giovanni Caccamo nel brano Eterno, in occasione della serata dedicata ai duetti. In seguito, il 5 e il 12 maggio ha rivestito provvisoriamente il ruolo di giudice della commissione esterna per la quinta e sesta puntata della diciassettesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, in sostituzione dell’attore Marco Bocci.

GLI AMORI DI ARISA

Arisa ha avuto uno storico fidanzato, Giuseppe Anastasi, musicista e paroliere che è anche l’autore della maggior parte dei testi che l’hanno resa famosa. La loro è stata una storia molto lunga, che durava da prima che la cantante arrivasse a Sanremo per la prima volta. Il rapporto professionale tra i due non si è concluso ma la storia d’amore si. Nel 2014 infatti ha iniziato una storia con Lorenzo Zambelli, il suo manager, per il quale si dice che si sia trasferita a Milano. La storia va avanti con diversi tira e molla. Nel marzo 2018 Arisa vola in India in cerca di cura per il suo mal d’amore dopo l’ennesima rottura. Arisa non ha mai escluso la possibilità di innamorarsi di una donna.

 

Francesca Michielin

Francesca Michielin, giovanissima vincitrice della quinta edizione di X Factor vuole dimostrare che non è la carina timida ragazza di provincia, ma un vulcano in piena di emozioni e talento.

FRANCEsca michieliN: DAL PALCO DI X FACTOR ALLE PRIME CLASSIFICHE NELLE RADIO ITALIANE

Francesca Michielin nasce a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, il 25 febbraio 1995.

Fin da bambina la passione per la musica l’accompagna nella sua quotidianità, a nove anni studia piano forte. A dodici canta in alcuni cori locali e studia il basso elettrico presso la Filarmonica Bassanese. Nel 2011 frequenta l’Istituto Musicale Bassano. Ad appena sedici anni prende parte alla quinta edizione del talent show di Sky X Factor, facendo parte della squadra Donne 16-24 guidata dal giudice Simona Ventura.

Dopo la sua vittoria al programma e la stipula di un contratto con la Sony del valore di 300mila euro, registra Distratto, il suo singolo di  esordio che è un vero successo. Così un successo che viene chiamata sul palco del Festival di Sanremo al fianco di Chiara Civello. E non solo: viene scelta come parte della colonna sonora della commedia “10 regole per fare innamorare”.

Esce il primo disco Riflessi di me, che arriva alla quarta posizione nella classifica degli album più venduti.

LE COLLABORAZIONI & IL TEATRO

Una delle prime collaborazioni della cantante è quello con Fedez, rapper e giudice di X Factor, per il brano Cigno nero, che diventa subito disco di platino. Nell’estate del 2013 Francesca si esibisce aprendo i concerti di Gino Paoli, Franco Battiato, Cristiano de Andrè ed Elio e le Storie Tese.

Nel gennaio 2014 è protagonista per la prima volta di uno spettacolo teatrale nello spettacolo “La ragazza con l’orecchino di perla”, ideato da Marco Goldin, le musiche vengono curate da Franco Battiato. Nello stesso anno, qualche mese dopo, le viene data la possibilità di una collaborazione a cui non può dire di no. Viene scelta per cantare un brano intitolato Amazing, della colonna sonora del filmThe Amazing Spider Man 2- Il potere di Electro”, di cui scrive sia il testo che la musica. È l’unica artista italiana a partecipare alla realizzazione di questo progetto.

Fedez le ripropone un altro duo per la canzone Magnifico, brano presente nell’album del rapper. Ma un altro artista della scena underground si interessa alla voce di Francesca. Infatti Don Joe le chiede la partecipazione alla realizzazione e di Le nostre ali.

UN VULCANO IN ERUZIONE

A giugno è una delle cantanti della terza edizione del Coca Cola Summer Festival, condotto da Alessia Marcuzzi su Canale 5. Partecipa anche ai Wind Music Award, in onda su Raiuno.

Nel 2016 torna a Sanremo, ma questa volta come concorrente del Festival, dove propone il brano Nessun grado di separazione. Lo stesso anno in occasione della 73ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, viene presentato il film Piuma, il cui tema principale è un brano della Michielin,  Almeno tu.

Nel febbraio 2017 prende parte alla colonna sonora del film d’animazione Ballerina con il brano Tu sei una favola. Dopo la pubblicazione dei suoi nuovi singoli Vulcano e Io non abito il mare e il lancio del nuovo album, nel 2018 viene chiamata con Fabri Fibra a partecipare al singolo di Carl Brave.

 

Jovanotti

Jovanotti, cantautore, poeta e artista che vive nel vortice delle attrazioni e gestisce la sua vita come se fosse un luna park.

JOVA, IL POETA CHE CANTA

Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, nasce a Roma il 27 settembre 1966. La sua famiglia è originaria di Cortona, piccolo borgo toscano in provincia di Arezzo. Qui  incontra la moglie Francesca Valiani, la sua Ragazza Magica. Compagna, amica, complice e fan da cui avrà la figlia Teresa, a cui dedicherà la ninna nanna A te. I suoi brani più romantici ed emozionanti sono dedicate a Francesca: Il più grande spettacolo dopo il Big Bang e Tutto l’amore che ho, per esempio.

La passione per la musica nasce in tenere età e si sviluppa negli anni. In adolescenza si cimenta come dj in varie radio e in alcune discoteche di Roma. Mescolava la musica dance ai nuovi suoni dell’hip hop americano.

Claudio Cecchetto lo prende sotto la sua ala, così Lorenzo debutta su Radio Deejay e si trasforma in Jovanotti. La sua musica diventa la sua vita, è appassionato, desideroso di crescere. Storico rimane il capodanno tra il 1987 e il 1988, durante la quale Jova rimane incollato per otto ore consecutive ai microfoni della radio.

Il suo gusto musicale legato alla dance si trasforma in qualcosa di molto più funky e hip hop, i suoi testi crescono e si evolvono su temi personali, diventa molto più simile ad un vero e proprio cantautore. Dai pezzi più immaturi che incide a soli 19 anni si passa ad album che non sono solo raccolte di canzoni, ma un modo di vedere la vita.

Tantissime collaborazioni con grandi artisti come Gianna Nannini, Pino Daniele, Eros Ramazzotti, Ligabue, Piero Pelù, I Negramaro, Adriano Celentano. Partecipa a tre edizioni del festival di Sanremo e vince svariati premi.

 

UN ARTISTA IN CONTINUA TRASFORMAZIONE

Jovanotti ha scritto canzoni e libri, rappato, inventato tormentoni e melodie, composto musiche per il cinema. Ha scherzato e detto cose serie, ha studiato per migliorare, ha preso coscienza e manifestato impegno. Ha navigato in mezzo ai burrascosi cambiamenti del Paese cercando di mantenere una sua rotta. Quando ha dato il via alla sua carriera, alla fine degli anni 80, ha svecchiato una scena pop un po’ spenta con un’esuberanza travolgente che ha diviso pubblico e critica ma che ha finito col lasciare il segno. Oltre alla musica, esplora altri terreni artistici come la pittura, il cinema e la letteratura.

I suoi quadri vengono esposti al Brescia Music Art; esordisce al cinema come attore nel film di Francesco D’Alatri I giardini dell’Eden; prende parte a due tributi discografici di respiro internazionale come The different you, dedicato a Robert Wyatt, e Red, hot and rhapsody, dedicato a George Gershwin; è parte attiva nel disco Artisti riuniti per gli zapatisti dei Chapas, una compilation realizzata per raccogliere fondi per la costruzione di un ospedale in Messico; pubblica due libri, raccolte della sua vita, come se fosse un diario.

All’evoluzione musicale corrisponde un mutare dei testi dei suoi brani, che, nel corso degli anni, tendono a toccare temi sempre più filosofici, religiosi e politici. Parallelamente aumenta anche il suo impegno sociale e politico. Pacifista attivo, ha frequentemente collaborato con organizzazioni come Emergency, Amnesty International, Lega Anti Vivisezione (LAV), Nigrizia e Data. Ha contribuito alle manifestazioni in favore della cancellazione del debito negli anni novanta, e più recentemente ai movimenti Niente scuse e Make Poverty History, partecipando al Live8.

Creatività e innovazione, stupisce, provoca, colpisce un pubblico di ogni età, le sue canzoni sono connessi a momenti di vita, esperienze e sentimenti che accomunano tutti. Con i suoi brani è capace di far viaggiare l’ascoltatore e lo emoziona da quasi trent’anni.

 

 

Lenny Kravitz

Lenny Kravitz, plurimusicista, cantautore, discografico e attore. Il rocker sex symbol che ha scritto un pezzo della storia della musica.

LENNY KRAVITZ: Dagli esordi al successo

Leonard Albert Kravitz, più noto come Lenny Kravitz, nasce a New York il 26 maggio 1964.  Figlio di Sy Kravitz, produttore discografico di origini ucraine, e di Roxy Rocker, attrice originaria delle Bahamas, famosa per le sue compare ne “I Jefferson”. Da subito si appassiona di musica, data la vasta cultura artistica di casa.

Trasferito in California, impara a suonare il basso, il pianoforte, la chitarra e la batteria, e comincia a cantare per il California Boys Choir e per la Metropolitan Opera. Si diploma alla Beverly Hills High School e inizia una propria produzione di dischi che firma con il nome di Romeo Blue, nel 1983. Le sue ispirazioni maggiori erano sicuramente le tracce di Prince e la musica jazz, il soul dei ’60 e dei ’70, il rock e il funk. , che da sempre sono stati presenti nella sua vita. In seguito influenzeranno la sua musica anche i grandissimi artisti come i Beatles, Jimi Hendrix, i Led Zeppelin, Bob Marley ed Elton Jhon.

Alla fine degli anni ’80 decide di tornare a New York, dove vede più possibilità di crescita per la sua carriera musicale. In effetti la vede lunga, infatti nel 1988 firma un contratto per la Virgin Records. Ma tornare a New York gli regala anche l’incontro con Lisa Bonet, attrice de “I Robinson”, che sposerà e da cui avrà una figlia.

Il talento di Lenny Kravitz come compositore, produttore e multi-strumentista ha già prodotto dieci album per una discografia che passerà alla storia. Ha vinto quattro GRAMMY Awards consecutivi, stabilendo il record per la categoria “Best Male Rock Vocal Performance”.  Con oltre 38 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, il successo di Lenny Kravitz gli ha dato l’occasione di arricchire la sua visione artistica oltre i confini del far musica.

FUORI DALLA MUSICA

Lenny Kravitz non si limita alla musica, ma spazia anche in campo cinematografico e così partecipa come attore o comparsa in diversi film,  come Precious, così come nei blockbuster The Hunger Games e The Hunger Games: La Ragazza di Fuoco. Kravitz è inoltre apparso in The Butler – Un Maggiordomo alla Casa Bianca di Lee Daniels insieme ad attori del calibro di  Forest Whitaker, Oprah Winfrey e Cuba Gooding Jr. Più recentemente ha preso parte anche a Zoolander al fianco di Ben Stiller.

Oltre ai suoi lavori nell’industria musicale e cinematografica, ha lanciato la Kravitz Design Inc., che fornisce servizi di design commerciale e residenziale oltre a product development e branding. Insomma un artista a tutto tondo.