Burattino senza fili

Il coraggio del concept-album, il mondo collodiano come metafora sempre attuale (…anni dopo, verrà in mente anche ad altri), uno show musicale che spazia dal rock’n’roll (Il gatto e la volpe, In prigione in prigione, Tu grillo parlante) al barocco (Dotti medici e sapienti), dalla tarantella (Mangiafuoco) a quella sorta di malinconico blues partenopeo che Bennato riesce a comporre con leggerezza e maestria (È stata tua la colpa).

Sono gli ingredienti dell’album che fa felice una generazione di venditori di dischi.