No Exit

A sorpresa, il ritorno in sala d’incisione, preceduto da beghe legali con Infante ed Harrison, lasciati fuori dalla line-up. Con una formazione composta da Harry, Stein, Destri, Burke e i giovani Paul Carbonara (chitarra) e Leigh Foxx (basso), il gruppo si ripropone senza troppe novità, ma il suo sound unico piace anche a quasi vent’anni di distanza, e frutta una hit con Maria.

Livid

Live faticoso ma vero, con qualche errore come probabilmente accadeva al CBGB’s, ma testimonianza di un gruppo che è rimasto fedele a se stesso. Nota bene: in America il disco circola con il non troppo fantasioso titolo Live.