#1 Record

I Big Star anticipano i tempi con una sfilza di radiose melodie power pop (Ballad Of El Goodo), taglienti simmetrie "chitarristiche (In The Street) e malinconici brindisi all’adolescenza e al rock and roll (Thirteen). Disastro commerciale, ma trionfo artistico.

Radio City

Bell se n’è già andato, e Chilton resta l’unico padrone della scena. Con la sua voce abrasiva e il suo atteggiamento poco incline al compromesso (Rolling Stone lo definirà una "icona iconoclasta"), il cantante/chitarrista imprime una sterzata più rude al suono del gruppo (il pub-rock di Mod Lang, la sfavillante Back Of A Car).

Ma il Top è la celebre September Gurls, melodia pop di dirompente forza e semplicità che darà l’imprinting a molti successori, R.E.M. compresi.