Animamigrante

Un anno dopo l’EP di debutto Figli di Annibale, la band napoletana esordisce sulla lunga distanza con un album che viaggia tra il Mediterraneo e la Giamaica, lasciando intuire fin da subito la sua forte vocazione internazionale. Fra reggae, dub e funky, la splendida voce di Raiss, uno dei pochi cantanti soul nati nel nostro Paese.

Sanacore 1.9.9.5

Dialetto napoletano e produzione londinese, affidata ad Adrian On-U Sound Sherwood, per un album ancora una volta sospeso tra ritmi in levare e tradizione di casa nostra. Fiati, elettronica e percussioni al servizio di brani come Pé dint’e viche addò nun trase ‘o mare e Ammore nemico, episodi che ridefiniscono il concetto di canzone napoletana.