Supposed Former Infatuation Junkie

I milioni di copie vendute con il disco precedente e un viaggio in India scombussolano il fragile equilibrio emotivo della giovane cantautrice: ne è prova questo album caotico, intricato e ridondante (17 canzoni) che, tra umori psichedelici e riff chitarristici in stile nu-metal (Baba), scova nell’ipnotico singolo Thank U uno dei suoi (rari) momenti di lucidità.

So-Called Chaos

È molto meno inquieta ed elettrica che agli esordi, Alanis, ma con l’aggressività sembra aver perduto anche la sua peculiarità. Il disco della maturità personale scorre quasi sotto traccia, lasciando segni deboli del suo passaggio. Prevalgono le ballate (Everything, Out Is Through), alternate a rock chitarristici scanditi da ritmi elettronici (la title track, Eight Easy Steps): copione rispettato, ma senza troppa convinzione. Nella porzione multimediale aggiunta, brani live, una versione acustica di This Grudge e immagini sul "making of" dell’album.

MTV Unplugged

Le regole spartane della performance "senza spina" impongono ad Alanis disciplina e sobrietà, assai benvenute dopo la piccola sbornia del disco precedente. Gli arrangiamenti stringati e le chitarre acustiche mettono in risalto l’intensità dell’interprete, qui assai più quieta che in passato: nel repertorio tre inediti e una sentita cover di King Of Pain dei Police.

Alanis Morissette

Alanis Nadine Morissette (Ottawa, 1º giugno 1974) è una cantautrice canadese naturalizzata statunitense

Alanis Nadine Morissette (Ottawa, 1º giugno 1974) è una cantautrice canadese naturalizzata statunitense.

Alanis Morissette è nata il 1º giugno del 1974 nella città di Ottawa in Canada, dagli insegnanti Alan e Georgia Morissette. Ha un fratello più grande, Chad, ed un fratello gemello, Wade. La sua prima canzone, all’età di nove anni, è stata Fate Stay With Me.

All’età di dieci anni, partecipò alle audizioni dello show per bambini della televisione canadese You Can’t Do That on Television, registrato nella sua città, Ottawa. Passò le selezioni assieme al fratello Wade, e comparve nello show con una certa frequenza, per poi abbandonarlo dopo la prima stagione. L’anno seguente, Alanis pubblicò Fate Stay With Me in un 45 giri autoprodotto. Fu così notata da Stevan Klovan che, nel 1988, le fece cantare l’inno nazionale all’inaugurazione dei campionati mondiali di pattinaggio di figura.

In seguito Alanis andò a New York, accompagnata dal musicista Leslie Howe, con lo scopo di incontrare i dirigenti delle case discografiche (fra i quali anche Scott Welch). Questa esperienza fu poi raccontata in canzoni come UR (nell’album Supposed Former Infatuation Junkie):

A New York, grazie all’aiuto di Leslie Howe la Morissette partecipò alla competizione per nuovi talenti “Star Search” che si teneva a Los Angeles, dove tuttavia perse al primo turno della competizione.

 

Jagged Little Pill

Dopo due anonimi album in annacquato stile pop dance arriva il salutare voltafaccia: complici il produttore rock Glen Ballard e un manipolo di musicisti di serie A (Flea, Dave Navarro, Benmont Tench) la Morissette (1974) innerva le sue composizioni di matrice folk-pop e spietatamente autoconfessionali con il furore elettrico e il dinamismo ritmico che i tempi richiedono. Chitarre, "ganci" melodici e una singhiozzante, disturbata vocalità lasciano un segno indelebile su canzoni come You Oughta Know, You Learn, Head In My Pocket e Ironic.

Under Rug Swept

La Morissette si produce da sola, sfoggiando un buon orecchio per il rock classico come per i suoni alla moda (qualche accenno hip-hop in 21 Things I Want In A Lover). Il vigore melodico di Flinch, Hands Clean e Precious Illusions conferma uno stile accattivante e al tempo stesso restio a compromessi: quanto basta (complice anche la carenza di alternative) a consolidarla nel ruolo di simbolo di una nuova femminilità in musica.