Odelay

Hansen si rimette in carreggiata. È Odelay il vero successore di Mellow Gold e si possono ormai catalogare "beckiani" il blues destrutturato con l’hip hop di Hotwax e il rock surreale di Devil’s Haircut. Jack-Ass è una strimpellata malinconica che campiona il maestro Dylan.

Where It’s At rispolvera la dizione rap sulle note di un caldo organo da spiaggia e in Minus le chitarre stanno tra il punk e i Sonic Youth. Nel retro di copertina c’è scritto "Je suis un revolutionaire". Solo autoindulgenza?

The Beatles Anthology Vol. 3

A 25 anni dalla separazione i Beatles aprono gli archivi, peraltro già saccheggiati in abbondanza dagli stampatori clandestini, e allestiscono tre doppi dischi di registrazioni inedite, versioni differenti, prove, scarti, tutte scelte con cura da chilometri di nastri d’epoca.

Ordinati cronologicamente e in valore artistico crescente, con due rarissimi reperti del passato remoto (i Quarrymen del 1958), testimonianze dei Beatles in cinque (con Pete Best e Stuart Sutcliffe), la prima stesura di Yesterday, le famose sedute in progress di Strawberry Fields Forever, che mostrano come abbia preso forma uno dei brani più significativi di tutta l’ultima parte di carriera.

Soprattutto straordinarie sorprese relative agli ultimi anni e anche due "nuove" canzoni (Free As A Bird e Real Love), frutto di una discutibile operazione di sovrincisione su vecchi nastri incompiuti cantati da Lennon nei ’70.

Telegram

In anni di revisioni e manipolazioni elettroniche, non stupisce che Bjork pubblichi un disco di remix, guardando da un altro punto di vista il suo album più recente. Quello che stupisce è il taglio originale dell’operazione, la varietà degli interventi, la fantasia: da giovani dj in calore elettronico agli LFO fino al prediletto Brodskij Quartet (terranno anche suggestivi concerti insieme), che rilegge in spettrale chiave romantica Hyper Ballad.

Perpendicular

Perso tra innumerevoli uscite dal vivo postume e riedizioni con tracce aggiunte del vecchio repertorio, il nuovo album di studio, nonostante una certa freschezza, portata dalla vitalità di Steve Morse, viene notato solo dai fan, che lo dimenticano ben presto a favore del materiale d’archivio.