Song Of The Bailing Man

In termini di qualità sonora è il miglior disco dei Pere Ubu, registrato a 45 giri per offrire una maggior fedeltà all’ascolto: l’ispirazione rimane saldamente legata ai metri art rock ma è un po’ più finalizzata alla musica, all’ascolto, e meno alla sperimentazione e al caos. Traspare tuttavia una certa scollatura interna, dovuta soprattutto alle ambizioni solistiche di Thomas, che portano poco dopo a una sospensione dell’attività di gruppo.