Savoir faire

Si tenta di riproporre la formula del disco precedente, ma l’interpretazione della cantante è insoddisfacente, e in generale la confezione non rende giustizia al contenuto: il personaggio Bertè, giunto ai suoi vertici di esibizionismo (è iniziata la pirotecnica storia d’amore con il tennista Bjorn Borg) distoglie l’attenzione dai brani scritti da Ruggeri, Maurizio Piccoli, il Luigi Tenco di Ragazzo mio.