Medina

Dopo un decennio di saltuaria attività concertistica ma senza incisioni, il ritorno con canzoni scritte in proprio e una formazione che fa perno sulla Vetere, Sfogli e Mauriello. Ingressi importanti quelli del bassista Carlo Faiello e del cantante Antonio Romano. Fin dal titolo si intuisce che la cultura napoletana è a questo punto inserita in un contesto geografico-musicale più ampio, che accoglierà volentieri altre influenze etniche. Partecipano persino al Festival di Sanremo con il brano Pe dispietto.