Margin Walker

Molto meno incisivo sotto il profilo strettamente musicale, Margin Walker ha impresse chiare le linee guida del pensiero fugaziano. Non si può parlare dei quattro di Washington DC senza menzionarne l’impegno etico e l’indipendenza dalle logiche dello show business. MacKaye e compagni privilegiano il dialogo con i fan, tengono bassi i prezzi dei concerti e si autogestiscono attraverso la Dischord, indie gestita anche come serbatoio di talenti.