La vita è adesso

"Adesso" è soprattutto il suo trionfo personale: agonizzanti i cantautori dediti al "sociale" sotto i colpi del decennio edonista, lui guarda dall’alto del suo trono con l’aria di chi può dire "Ve l’avevo detto, io". Le canzoni sono sbiadite e men che pregnanti, compresa la volonterosa Uomini persi. P

ur sottoispirato, viene elevato a Divo da mamme e figlie che vanno, a braccetto, a commuoversi ai suoi concerti.