Kiss

Gene Simmons (basso e voce, il vampiro) nasce a Israele, la famiglia si trasferisce a New York e il bambino vive tutte le debolezze e le paure di non essere accettato dai suoi coetanei. Fortifica così un carattere inossidabile, si appassiona ai fumetti e al rock. L’incontro con Paul Stanley (voce e chitarra, starman) è decisivo, i due sono più che fratelli e pur di mantenere il loro sogno di successo, fanno decine di lavori e di notte suonano e provano all’infinito. Scelto il nome, semplice e geniale, coniugano alla musica, l’amore per i fumetti e nasce l’idea di indossare i costumi da supereroi, per cui diventeranno famosi. La formazione si completa con il batterista Peter Criss (catman) e il chitarrista Ace Frehley (space ace). Il debutto è un buon esempio di hard rock grezzo, tonificato da armonie vocali che evocano il beat e il rock. Strabiliante la successione di futuri classici, Strutter, Fire House, Cold Gin e soprattutto la terremotante Black Diamond, dove dal vivo il bassista vomita sangue (finto!).