Io ho in mente te

Bang bang da Cher, You Were In My Mind di Barry McGuire che diventa Io ho in mente te. Musicalmente hanno il merito di fare da ponte tra il pop internazionale e il gusto ancora primitivo dell’Italia dell’epoca.

Inoltre, offrono una possibilità a un amico modenese, Francesco Guccini, del quale incidono Auschwitz.