A Tonic For The Troops

L’equivoco si chiarisce quasi subito: i Rats non sono un gruppo Punk ma una vigorosa band di pop rock, con un leader capace di grandi performances in un gergo smozzicato, di scrivere canzoni scomode su Hitler (I Never Loved Eva Braun) e suicidio (Living In An Island).

Del Punk rimane solo l’energia di brani quali Like Clockwork, She’s So Modern e Rat Trap (al primo posto in classifica).

Boomtown Rats

Un esordio in piena epoca punk per la band irlandese, guidata dall’ex giornalista rock Bob Geldof: contiene i brani dei primi due 45 giri (Looking For No.1 e Mary Of The Fourth Form, entrambi in classifica), nervosi, aggressivi, tirati ma il resto del disco è rock più classico, robusto, ispirato più agli Stones e alle ballate di rock urbano di Springsteen (Joey’s On The Street Again) che ai tipici canoni del punk.

The Fine Art Of Surfacing

È il disco che contiene I Don’t Like Mondays, splendida e paradossale celebrazione di un tragico fatto di cronaca americana (una ragazza che spara ai compagni di scuola perché "odia il lunedì"): è il singolo più famoso e venduto del gruppo (ancora al numero uno) in grado di trascinare in alto anche un album a fasi alterne, con tracce più evidenti di New Wave e spunti ottimi ma dispersi, olter alla consueta sagacia lirica di Geldof.