Breva e Tivan

Il suo debutto da solista è un riuscitissimo disco di folk rock che cita i Pogues e utilizza il dialetto per raccontare storie di paese (La balera), parodiare episodi fra storia e leggenda (Il figlio di Guglielmo Tell) o descrivere l’apprensione della madre di un bimbo nei confronti della professione del marito (la commovente Ninna nanna del contrabbandiere).