Audioslave

Resistendo a incidenti di percorso e divergenze burocratiche, il lavoro si concretizza sotto la guida di Rick Rubin: erede oggettivo dei supergruppi degli anni ’70, il quartetto esclude rap e politica diretta e si vota a un hard rock solido e moderno, discreto in quanto gli ossequi a Led Zeppelin o i Black Sabbath non lo rendono solo conservatore.