Arbeit Macht Frei

Gli Area si presentano con un disco che offre sonorità etniche, rock e jazz su un impianto progressive. Alcuni dei brani, composti su testi di Gianni Sassi (in arte Frankenstein), boss della etichetta Cramps, fanno subito epoca, da Luglio, agosto, settembre (nero) a L’abbattimento dello Zeppelin.

Le musiche sono di Patrizio Fariselli, tastierista, accanto al quale suonano artisti provenienti dalle più diverse esperienze (dal jazz al beat dei Califfi o dei Ribelli di Celentano): Patrick Djivas (basso), Giulio Capiozzo (batteria), Victor Edouard Busnello (sax), Paolo Tofani (chitarra) e Demetrio Stratos, cantante. Quest’ultimo in particolare suona la propria voce come uno strumento, utilizzando acrobatiche tecniche di avanguardia.