Aftertones

La Ian resta fedele alla cifra stilistica dei due dischi precedenti sfoggiando ancora apprezzabile duttilità interpretativa: nella nuova collezione spiccano Love Is Blind, ballatona sentimentale con un impeto melodico alla Neil Diamond (numero uno in Giappone, dove anche l’album diventa un hit), l’afterhours di Belle Of The Blues, altro malinconico ritratto di una stella cadente, e l’intreccio vocale da manuale di Hymn, ricamato con le grandi voci ospiti di Odetta e Phoebe Snow.