Sfera Ebbasta

Sfera Ebbasta è un giovane rapper milanese, si autodefinisce il re della trap ed icona di stile, vive la fama come una benedizione e non ha paura di osare.

SFERA EBBASTA

Sfera Ebbasta, pseudonimo di Gionata Boschetti, è uno dei rapper più in vista nel panorama musicale italiano.

Nasce  a Cinisello Balsamo, un comune dell’hinterland milanese, dove il rap come genere spopola tra i giovani, in questo scenario si insidia Sfera, postando su You Tube i suoi primi lavori amatoriali nel 2011, ma i pezzi non scuotono un gran successo. Neo stesso anno, ad una festa di Hip Hop TV incontra il produttore Charlie Charles, e con lui nasce il collettivo Billion Headz Money Gang, meglio conosciuto con l’acronimo BHMG, che vede Charlie ai beat e Sfera alle rime. Esce il primo mixtape nel 2013: Emergenza Mixtape Vol. 1.

TRAP KING: verso il successo

La trap è un sottogenere dell’hip hop, che nasce in America intorno agli anni 2000, ma che prende piede in Italia solo nel 2011, si può sicuramente accreditare a Sfera lo spopolamento virale di questo genere.

Nel 2014 produce diversi pezzi in collaborazione con Charlie Charles e dopo l’uscita del brano Panette inizia ad essere contattato da alcune etichette discografiche, cos’ nel 2015 esce il suo primo album XDVR, che sta “Per davvero”, in download gratuito.  I temi trattati e l’omaggio alla sua città con il pezzo Ciny, riescono a fargli ottenere una buona visibilità tra i giovani.

Lo stesso anno Roccia Music, la label indipendente di Shablo e Marracash mette sotto contratto il trapper. La prima uscita ufficiale è il remix del primo album e si chiamerà appunto XDVRMX, con l’aggiunta di inediti con Marracash e Luché. Anche Guè Pequeno percepisce il potenziale di Sfera e dalla loro collaborazione nasce la hit Lamborghini.

Nel settembre 2016 esce il primo album in studio Sfera Ebbasta, distribuito dalla dalla Universal Music. Il primo singolo è BRNBQ (Bravi ragazzi nei brutti quartieri), che ottiene subito il disco d’oro, seguito da Cartine Cartier e Figli di Papà.

Altri due singoli Dexter e Tran Tran anticipano il terzo album Rockstar, che gli permette di aggiudicarsi il traguardo di primo italiano nella top 100 mondiale di Spotify, grazie a singoli come Cupido e Bancomat.

il LUSSO nEi BRUTTI QUARTIERI

Vestiti di marca, rolex, erba, donne, macchine, codeina e sprite, attività criminali. La trap cresce e diventa sempre più di moda e si lega a diversi brand di streetswear. Tutto questo assicura a Sfera un successo immediato, attirando l’attenzione di diversi artisti stranieri, come SCH, rapper di spicco nella scena musicale francese, con cui inizia a collaborare producendo pezzi come Cartine Cartier. Ovviamente le tematiche trattate vengono accusate dalla critica come poco idonee ad un pubblico così giovane, ma nonostante ciò i numeri continuano a salire.

Sfera si distingue anche per il suo look:  vestiti firmati Gucci, Louis Vuitton, MSGM, Supreme, Saint Laurent per citarne alcuni. Capelli arancioni, incisivi placcati d’oro collane d’oro, diamanti e Rolex al polso.  Mischia brand di lusso con marchi più accessibili come Adidas, Vans, Nike. Un ragazzo che viene dalla periferia nord di Milano, con poche possibilità economiche incontra il lusso sfrenato e lo esibisce per mostrare che è diventato l’icona di stile della scena tra italiana degli ultimi anni. La fama per lui è una benedizione e non gli manca la paura di osare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *