My Girl Josephine

A fronte dei pochissimi album registrati in studio dal 1965 agli anni ’80, sono invece innumerevoli quelli live, su Mercury (1965), Atlantic (1973), Philips (1976), Liberty (1977), Delta (1983), MCA (1986), Silver Eagle (1986) e Tomato (1990), molti dei quali ancora inediti su CD. I tre dischi qui citati sono una scelta di varie registrazioni live che bene riassumono la trascinante presenza scenica di Domino, abitualmente ben supportata dall’orchestra di Dave Bartholomew ed i suoi incredibili musicisti di New Orleans.

Molly Hatchet

Arrivano da Jacksonville in Florida, la stessa città dei Lynyrd Skynyrd, si formano nel 1971, ma ci vogliono cinque anni per firmare per la Epic. Spinto da tre chitarre e dalla voce roca di Danny Joe Brown, il gruppo suona un Hard Rock Boogie al fulmicotone, privo di pause ed esaltato dalla produzione di Tom Werman. Un po’ di folklore arriva anche dalle copertine epiche del noto disegnatore Frank Franzetta. Bounty Hunter, Gator Country e Cheatin’ Woma‘, sono canzoni avvolgenti, che fortificano il suono caldo del southern rock, calderone nel quale vengono inevitabilmente inseriti.

Margin Walker

Molto meno incisivo sotto il profilo strettamente musicale, Margin Walker ha impresse chiare le linee guida del pensiero fugaziano. Non si può parlare dei quattro di Washington DC senza menzionarne l’impegno etico e l’indipendenza dalle logiche dello show business. MacKaye e compagni privilegiano il dialogo con i fan, tengono bassi i prezzi dei concerti e si autogestiscono attraverso la Dischord, indie gestita anche come serbatoio di talenti.

Momento delicato

Come si cambia, portata a Sanremo, ne rispecchia il desiderio di mutare pelle e abbandonare la musica cosiddetta leggera. Il team attuale è più che rispettabile (Mogol, Lavezzi, Piero Fabrizi, Oscar Avogadro) ma non lavora abbastanza sulla sua voce e personalità — ma intanto, pur 14ma a Sanremo, entra nella top ten italiana.

Modugno Domenico

Non Disponibile

Nato nel 1928 a Polignano a Mare (Bari), nei primi anni ’50 si dedica soprattutto alla recitazione teatrale e cinematografica. Dopo che gli viene affidata una trasmissione radiofonica, inizia a scrivere per sé e per altri interpreti canzoni ispirate dalla tradizione popolare pugliese e siciliana: Lu pisce spada, La donna riccia, Lu minaturi, Strada ‘nfosa, Resta cu mme, Musetto, L’uomo in frack.

Nel 1958 scrive con Franco Migliacci Nel blu dipinto di blu, che vince Sanremo, diventa un classico mondiale ed è, secondo alcuni, lo spartiacque tra la vecchia e la nuova canzone italiana. Ad essa fanno seguito altre vittorie sanremesi e successi come Libero, Piove, Meraviglioso, Addio, addio, Stasera pago io, Dio come ti amo.

Saldamente nell’Olimpo degli artisti italiani e mondiali, "Mr. Volare" subisce una curiosa involuzione musicale: mentre la sua attività di attore si fa più ambiziosa (da Eduardo a Brecht a Pirandello, passando per lo straordinario successo di Rinaldo in campo di Garinei e Giovannini), come cantante inizia ad abbassare il profilo: negli anni ’70 domina le classifiche con brani imbarazzanti quali Piange il telefono, Il maestro di violino, Il vecchietto, Viva l’America.

Nel 1984 è colpito da un ictus che lo segna in modo feroce; tuttavia nel 1987 si presenta come candidato per il Partito Radicale (ed è eletto deputato), continua a dare concerti ed incide un disco con il figlio Massimo. Nel 1994 muore a Lampedusa.